Sito ufficiale del Consiglio Notarile della Provincia di Modena

FAQ: Chiedilo al notaio

» Tutte le faq

Notizie

  • Mercoledì, 31 Ottobre 2018

    AVVISO CHIUSURA UFFICIO

    Si comunica che la Segreteria del Consiglio Notarile di Modena rimarrà chiusa nella giornata di venerdì 2 novembre 2018.

  • Giovedì, 4 Ottobre 2018

    TIROCINIO PRESSO IL TRIBUNALE DI PARMA

    Bando per la selezione di candidati a tirocinio formativo ex articolo 73 D.L. n. 69/2013 (convertito con Legge 9 Agosto 2013, n. 98, e succ. modif.) -…

» Tutte le notizie

Consiglio Notarile di Modena

Corso Canalgrande 71 - 41121 Modena (MO) Italia

Tel: +39-059-223721, Fax: +39-059-223707

Email:

PEC: cnd.modena@postacertificata.notariato.it

PEC: protocollocnd.modena@pec.notariato.it

CASA, SE IL COSTRUTTORE DICHIARA FALLIMENTO

Lunedì, 3 Luglio 2017

Casa,se il costruttore dichiara fallimento?

In caso di acquisto di immobile dal costruttore come posso tutelare il mio acquisto in caso di fallimento del costruttore?


Quando si acquista un immobile dal costruttore è bene sapere che in caso di fallimento dello stesso, entro certi specifici limiti oggettivi e soggettivi, gli atti compiuti prima della dichiarazione di fallimento possono essere revocati e l'acquirente corre il rischio di perdere sia la casa che i soldi versati.
Intervengono tuttavia alcune tutele legislative.
1) Vendita al "giusto prezzo" quando il fallito ha venduto il bene al prezzo di mercato, possono essere revocati solo gli atti di alienazione effettuati nei sei mesi precedenti la dichiarazione di fallimento e solo se il curatore fallimentare dimostri che l'acquirente era a conoscenza dello stato di insolvenza.
Se però la vendita è avvenuta a un prezzo inferiore di almeno un quarto rispetto al valore di mercato del bene venduto, essa può essere revocata anche se effettuata nell'anno anteriore alla sentenza di fallimento, non più solo nei sei mesi e in tal caso, la conoscenza dello stato dì insolvenza da parte dell'acquirente è sempre presunta. Pertanto acquistando al giusto prezzo, si possono avere problemi solo se il fallimento viene dichiarato nei sei mesi successivi alla vendita e solo se il curatore prova l'effettiva malafede dell'acquirente.
2) Acquisto come prima casa: non è soggetta all'azione revocatoria la vendita al ossia al valore di mercato, cli un immobile destinato a costituire l'abitazione principale dell'acquirente, o di suoi parenti e affini entro il terzo grado. Quindi se l'immobile costituisce la prima casa dell'acquirente e se la vendita avviene a giusto prezzo, l'atto non può mai essere revocato, neanche se effettuato nei sei mesi precedenti alla sentenza di fallimento, neanche se il curatore potesse dimostrare che l'acquirente era a conoscenza dello stato di insolvenza.


Ma cosa succede se la dichiarazione di fallimento interviene tra la stipula del contratto preliminare di vendita e il contratto definitivo?

Il legislatore ha elaborato una importante terza tutela per il promissario acquirente, prevedendo che non siano soggetti a revocatoria fallimentare i contratti preliminari di vendita trascritti e conclusi al e aventi ad oggetto immobili destinati a costituire l'abitazione principale dell'acquirente.
Naturalmente per trascrivere un contratto preliminare di vendita presso i Pubblici Registri Immobiliari è necessario rivolgersi a un notaio.

Tutti i lettori che fossero interessati a inviare quesiti da sottoporre all'attenzione del Consiglio Notarile di Modena possono scrivere all'indirizzo: consigliomodena@notariato.it

Documenti

Privacy - Note legali - URP - Elenco siti tematici - © Tutti i diritti riservati - DevB Nettamente