Sito ufficiale del Consiglio Notarile della Provincia di Modena

FAQ: Chiedilo al notaio

  • Uno scambio di autorimesse e la permuta

    Uno scambio di autorimesse e la permuta Quando due condomini si accorgono che stanno utilizzando uno l’autorimessa dell’altro, che cosa possono…

  • DUE QUESITI SUL TESTAMENTO

    Due quesiti sul testamento Gli eredi quando il defunto non ha espresso le proprie volontà Mio padre è morto senza lasciare testamento. Chi sono gli e…

» Tutte le faq

Notizie

» Tutte le notizie

Consiglio Notarile di Modena

Corso Canalgrande 71 - 41121 Modena (MO) Italia

Tel: +39-059-223721, Fax: +39-059-223707

Email:

PEC: cnd.modena@postacertificata.notariato.it

PEC: protocollocnd.modena@pec.notariato.it

EREDITA', ECCO LE REGOLE DELLA PARTE LEGITTIMA

Sabato, 26 Settembre 2015

Eredità, ecco le regole della parte legittima
Cosa significa tecnicamente 'quota disponibile' di un patrimonio? Questa, in particolare, la nostra situazione in famiglia: noi siamo due fratelli, mia madre è vedova e mi pare di avere percepito che mio fratello potrebbe avere una parte maggiore del patrimonio di mia madre.
In primo luogo occorre chiarire che la normativa italiana in materia di successione pone di fatto dei limiti alla facoltà di disporre dei propri diritti da parte del testatore in quanto riserva a favore dei parenti più prossimi una quota di eredità chiamata "legittima".
I soggetti a favore dei quali la legge riserva necessariamente una parte del patrimonio, sono chiamati "legittimari" sono: il coniuge, figli, figli adottivi ed ascendenti, ai quali la legge riserva una quota di eredità anche contro la volontà del defunto.
Tuttavia il legislatore ha previsto che una piccola parte del patrimonio del testatore, pur in presenza dei parenti sopra indicati, sia liberamente disponibile da parte dello stesso e possa disporne a proprio piacimento.
Qui di seguito, ecco un riassunto schematico in cui sono indicate le varie ipotesi di presenza e concorrenza di soggetti legittimari, e dove sono evidenziati i rapporti tra la quota riservata e la quota invece disponibile.
Solo coniuge: metà al coniuge (riservata), l'altra metà disponibile;
Coniuge e un figlio: un terzo al coniuge (riservata), un terzo al figlio (riservata), un terzo disponibile;
Coniuge con più di un figlio: metà ai figli (riservata), un quarto al coniuge (riservata), un quarto disponibile;
Solo un figlio (no coniuge): metà al figlio (riservata), metà disponibile;
Due o più figli (no coniuge): due terzi ai figli (riservata), un terzo disponibile;
Ascendenti legittimi (no coniuge): un terzo agli ascendenti (riservata), due terzi disponibili;
Coniuge più ascendenti legittimi: metà al coniuge, un quarto agli ascendenti legittimi (riservata), un quarto disponibile.
Tornando al suo caso specifico, alla morte di sua madre sarete chiamati all'eredità solo voi due fratelli.
Nel caso in cui lei voglia disporre per testamento, i figli (essendo due) avranno diritto ad un terzo ciascuno della massa relitta (legittima), ma sua madre potrà disporre liberamente di un terzo di essa anche a favore di uno dei figli, senza che l'altro possa impugnare il testamento medesimo.
E ovviamente di estrema importanza, in questo casi, che il disponente si rivolga ad un notaio per valutare che il testamento sia redatto a norma di legge e rispetti i requisiti formali che la legge stessa prevede a seconda delle varie tipologie testamentarie.

TESTAMENTI DI GRANDI ITALIANI IN MOSTRA.

A Modena, in occasione del FestivalFilosofia 2015 dedicato al tema «Ereditare", è stata organizzata la mostra denominata "Io qui sottoscritto.Testamenti di grandi italiani". La mostra è stata allestita presso il Palazzo Comunale (Sala del Fuoco) e resterà aperta a disposizione del pubblico fino a domenica 18 ottobre. Questi gli orari in cui sarà possibile visitare questa interessante rassegna: nelle giornate dal lunedì al sabato l'apertura sarà dalle ore 9 alle ore 18 mentre nella giornata di domenica la fascia oraria di apertura sarà dalle ore 9,30 alle ore 12,30.
In mostra i testamenti olografi di Camillo Benso conte di Cavour, Giuseppe Garibaldi, Alfonso La Marmora, Giuseppe Zanardelli, Angelo Fortunato Formiggini, Alcide De Gasperi, Enrico De Nicola, Giorgio Ambrosoli; Alessandro Manzoni, Antonio Fogazzaro, Gabriele D'Annunzio, Gioachino Belli, Giovanni Verga, Giovanni Pascoli, Grazia Deledda, Luigi Pirandello; Giuseppe Verdi, Guglielmo Marconi, Eduardo Scarpetta, Enrico Caruso, Ettore Petrolini, Lina Cavalieri; Enzo Ferrari, Giovanni Agnelli senior; Papa.

Documenti

Privacy - Note legali - URP - Elenco siti tematici - © Tutti i diritti riservati - DevB Nettamente