Sito ufficiale del Consiglio Notarile della Provincia di Modena

FAQ: Chiedilo al notaio

  • Uno scambio di autorimesse e la permuta

    Uno scambio di autorimesse e la permuta Quando due condomini si accorgono che stanno utilizzando uno l’autorimessa dell’altro, che cosa possono…

  • DUE QUESITI SUL TESTAMENTO

    Due quesiti sul testamento Gli eredi quando il defunto non ha espresso le proprie volontà Mio padre è morto senza lasciare testamento. Chi sono gli e…

» Tutte le faq

Notizie

» Tutte le notizie

Consiglio Notarile di Modena

Corso Canalgrande 71 - 41121 Modena (MO) Italia

Tel: +39-059-223721, Fax: +39-059-223707

Email:

PEC: cnd.modena@postacertificata.notariato.it

PEC: protocollocnd.modena@pec.notariato.it

GLI OBBLIGHI PER LE SPESE CONDOMINIALI

Lunedì, 29 Febbraio 2016

GLI OBBLIGHI PER LE SPESE CONDOMINIALI


Intendo acquistare un appartamento in un vecchio condominio e vorrei chiedere delucidazioni in merito all'obbligo di pagamento delle spese condominiali.


In caso di vendita di unità immobiliari in condominio, chi cede resta obbligato solidalmente con l'avente causa per i contributi maturati fino al momento in cui è trasmessa all'amministratore copia autentica del titolo che determina il trasferimento del diritto e chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e a quello precedente (articolo 63 dis. att. codice civile).
Il termine anno va riferito all'anno digestione o esercizio condominiale e non all'anno solare, pertanto il calcolo della estensione temporale della responsabilità solidale dell'acquirente non può prescindere dall'esatta conoscenza della data di scadenza dell'esercizio condominiale. La riforma del condominio attuata con la Legge 220/2012 entrata in vigore il 18 giugno 2013 prevede tra le attribuzioni dell'amministratore anche quella di fornire al condomino che ne faccia richiesta attestazione relativa allo stato dei pagamenti degli oneri condominiali e delle eventuali liti in corso.
Riguardo alle spese per opere di manutenzione straordinaria o di ristrutturazione o di innovazioni deliberate e non ancora eseguite al momento della stipulazione dell'atto di trasferimento è opportuno mettersi d'accordo con la controparte in considerazione della probabile incidenza sulla determinazione del prezzo della compravendita: in mancanza di accordo tra le parti, nei rapporti interni tra alienante ed acquirente è tenuto a sopportarne i costi chi era proprietario al momento della delibera assembleare, sicchè ove tali pese siano state deliberate prima della stipulazione dell'atto di trasferimento ne risponde il venditore, a nulla rilevando che tali opere siano state eseguite dopo e l'acquirente ha diritto di rivalersi nei confronti del proprio dante causa per quanto pagato al condominio in forza del principio della solidarietà passiva di cui all'articolo 63 dis. att. codice civile (Cassazione 24654 3/12/2010). In risposta al quesito si suggerisce, al fine di evitare l'insorgere di successive liti, di farsi consegnare dal venditore l'attestazione dell'amministratore relativa allo stato dei pagamenti dei contributi condominiali prestando attenzione anche alle spese che potrebbero comportare le liti in corso e la copia delle delibere condominiali relative a lavori ancora da eseguirsi.

Documenti

Privacy - Note legali - URP - Elenco siti tematici - © Tutti i diritti riservati - DevB Nettamente